Il Festival des Peuples Minoritaires

Top

La tutela e la diffusione delle culture locali sono fondamentali per il mantenimento della diversità culturale nel mondo e per l'arricchimento dell'umanità. Per i popoli minoritari, la tradizione orale è un'importante fonte di riferimento e di identità e allo stesso tempo una via privilegiata per la trasmissione dei saperi e delle conoscenze di generazione in generazione. La musica e la poesia, espressione dell'anima di un popolo, contribuiscono a veicolare, nel tempo, i saperi di padre in figlio.

L'Assessorato istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d'Aosta propone, attraverso il Festival des Peuples minoritaires - nell'ambito del quale si svolge il Collège d'études fédéralistes - la restituzione del patrimonio immateriale delle comunità che si differenziano per le loro caratteristiche, che intrattengono da sempre un rapporto privilegiato con il proprio territorio e che valorizzano le loro lingue e le loro tradizioni. In un contesto mondiale sempre più globalizzato, i popoli minoritari sentono l'esigenza di unirsi per rafforzare

la propria cultura e identità e per promuovere una significativa azione di scambio e di partenariato.

Da parte nostra, auspichiamo di riuscire a creare un trait d'union tra tutte le comunità e di rafforzare quei legami che già univano il popolo valdostano alle altre realtà. E cco perché la scelta di organizzare un festival che, con i suoi due momenti - uno accademico, con il rinnovato Collège d'études fédéralistes e le tavole rotonde, uno caratterizzato da spettacoli e animazioni culturali - tende ad un unico obiettivo: creare un momento d'incontro e di scambio tra identità culturali che hanno in comune un sentimento di fierezza e di appartenenza ad un territorio dalle tradizioni molto vive.

Il programma del "Collège" propone tematiche che invitano ad una profonda riflessione sulle minoranze linguistiche e sul federalismo e, durante le serate, la musica dei gruppi invitati al Festival des peuples minoritaires unirà idealmente tutte le diverse comunità.

Laurent Viérin
L'Assessore Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d'Aosta

Perchè questo progetto in valle d'Aosta

La nostra regione è una realtà nella quale l'identità non è solo tradizione.

Una realtà quindi dinamica, dove l'identità va oltre il folklore per favorire l'integrazione.

La Valle d'Aosta non vuole trasmettere un messaggio di chiusura ma, al contrario, vuole dare a tutti la possibilità di integrarsi nel suo tessuto sociale.

Obiettivi

  • Creare contatti con le altre minoranze al fine di istituire una rete che promuova le diversità culturali nel rispetto delle differenze.
  • Salvaguardare l'identità di una comunità, in modo che essa non si ripieghi sul suo passato, ma evolva al ritmo della vita moderna.
  • Stabilire una rete di contatti che vada oltre l'ambito istituzionale per
  • estendersi alle associazioni e ai centri culturali delle diverse minoranze.
  • Riallacciare i legami già esistenti tra il popolo valdostano e le altre comunità.
  • Creare ad A osta un forum permanente delle minoranze linguistiche quale momento accademico del Festival des peuples minoritaires.

Per saperne di più

Edizione 2012 »

Quarta edizione del Festival, 7-8-9 Settembre 2012

Edizione 2011 »

Terza edizione del Festival, 8-9-10 Settembre 2011

Edizione 2010 »

Seconda edizione del Festival, 1-2-3 Settembre 2010

Edizione 2009 »

Prima edizione del Festival, 2-3-4 Settembre 2009